Posts Tagged ‘Vaticano’

E’ reato dire “frocio”?

dicembre 7, 2007

Non ci si capisce molto, ma in sintesi, mi pare che la questione è che nel provvedimento sulla sicurezza approvato ieri sera, giovedì 6,  con maggioranza molto stretta c’è la reintroduzione della norma contro le discriminazioni di ogni genere, anche di orientamento sessuale.

L’unico resoconto lo trovo qui. Ieri è stata giornata di lobbying pesante per le gerarchie vaticane. Ma non ho ancora letto i giornali di oggi. Quindi eventuali aggiornamenti stasera, quando le avremo più chiare, le idee.

Intanto emerge il tema (il Foglio, in linea dalle 12, pezzo di Cerasa) che  proibire comportamenti che si esprimono con le parole equivalga a reintrodurre il reato di opinione (“è reato scrivere la parola frocio”?). Il ragionamento regge. Ma non è per una preoccupazione liberale che da piazza san Pietro si oppongono a quell’articolo di legge: hanno paura che dalla protezione “a parole” dei gay si passi a quella “nella norma”, e una discussione serena del parlamento su questo tema è materialmente impossibile.

Annunci

Roma senza registro?

dicembre 3, 2007

Martedì 4 dicembre sera in Campidoglio i radicali chiamano ad una fiaccolata per appoggiare la proposta, sostenuta da migliaia di firme di cittadini, per il registro delle Unioni civili a Roma.

Qui la conferenza stampa, la convocazione e un indice delle notizie sulle pressioni di questi giorni, anche internazionali, perché non si arrivi nemmeno alla discussione del provvedimento

Era in missione per conto di Dio

ottobre 13, 2007

Prima batte su internet e si fa riprendere (santa ingenuità) si porta nel suo ufficio in Vaticano il ragazzo dell’appuntamento, che lo riprende di nascosto. Poi dice di averlo fatto per un’indagine di sua iniziativa. E io non so se avere compassione per uno che viene punito solo perché omosessuale, rallegrarmi perché lo hanno beccato e adesso la sua commedia finirà oppure incazzarmi nero perché, pur nella disgrazia, continua a parlare la lingua del potere e a difendersi con quella.

La sua ambiguità sporca il mio giudizio, e mi fa sentire disorientato.