Incendio al coming out

febbraio 18, 2008

Senza parole. Qui

Annunci

3 Risposte to “Incendio al coming out”


  1. Forse perchè noi gay sotto sotto siamo un poco sado-maso.Prendi i gaylib.Piu’ sado-maso di loro nemmeno Masoch.L’altra sera passeggiando sul lungomare in cerca di amicizia ho incontrato un cristo che come me batteva(nel senso che in questa sere di freddo cane si battono anche i denti).Ci siamo scaldati nella sua macchina.Poi mi ha sussurrato che politici come il Fini ce li sognamo di giorno.Contro tutti i froci del mondo ci vuole Fini al potere.Ordine ci vuole un poco di ordine.Non se ne può piu.Eppure lui mi aveva avvertito appena iniziato l’approccio:il maschio sono io.

  2. sono solo io Says:

    chi ha fatto una cosa del genere merita solo di morire.. razzisti del caxx.. siete dei grandi pezz di merd..non sapete neanche cosa sia la vita.. e tanto meno conoscete la civiltà.. siete un cattivo esempio per un italia che grazie a voi non crescerà mai.. ma tanto farete la stessa fine di quel demente di hitler

  3. nikieyes Says:

    ragazzi, stiamo un attimino calmini. Qui c’è da riflettere. Dubito sia stato un atto puramente vandalico e razzista. Insomma, è un po’ rischioso mettere un esplosivo in un locale di fronte al colosseo senza essere presi o notati con tutte le telecamere di sorveglianza del colosseo e degli alberghi che ci sono lì intorno. Non ci dimentichiamo che Lamberto Sposini, giornalista del tg5, è stato rapinato sull’aventino e hanno riconosciuto gli aggressori tramite le telecamere di video sorveglianza stradale. Vi pare che di fronte al colosseo non ci sono telecamere di sorveglianza?
    Qui la cosa è seria e, se i responsabili non verranno resi noti, non si può pensare ad un atto di vandalismo xenofobico, bensì ad un vero e proprio sabotaggio politico. Ora sta a vedere se è stata la destra, oppure è stata proprio la sinistra per far sì che si scatenassero polemice contro l’opposizione. Ragazzi, sono fatti tutti della stessa pasta, da entrambe le parti. Il motivo per cui siamo legittimati a protestare, secondo me, è proprio contro tutto questo. Contro il fatto che siamo trattati come pedine e che non sappiamo niente di ciò che succede nel nostro paese. Per tanto non siamo capaci di giudicare le cose per come sono, bensì il nostro giudizio, la nostra rabbia, le nostre reazioni anche intime, sono manovrate da chi ci tiene allo scuro di tutto e ci usa per ottenere una crocetta sulla scheda elettorale e comprarsi le ville con i nostri soldi. Non ci facciamo manovrare le menti, lottiamo per questo!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: