Il bersaglio grosso

gennaio 10, 2008

Ce l’hanno con le donne per l’aborto. E il nocciolo della loro posizione è che bisogna spossessarle del diritto di decidere. Cioè comprimere lo spazio delle donne come cittadine e come invididui titolari di diritti. E’ stato quando ho pensato questo che mi si sono chiarite le idee: come pretendere attenzione per noi, se ormai sono così forti da puntare sulla metà della società?

Ho deciso di non chiudere il blog, cosa che invece avevo pensato di fare nei giorni scorsi

Annunci

8 Risposte to “Il bersaglio grosso”

  1. leny Says:

    spero proprio di no. Il tuo blog è uno dei miei “quasi quotidiani”. Mi piace e mi incuriosisce il tuo punto di vista, e spesso quando trovo una notizia che mi tocca corro a vedere cosa ne scrivi tu. Ti auguro un gran 2008.
    ciao

  2. antigone Says:

    trimanda, ieri ho sentito ferrara intervistato da riotta.
    come sempre, fa ragionamenti meno rozzi e più insidiosi di come li si dipinge.
    dice:
    che la 194 ha fatto molto ai suoi tempi, ma che da allora nessuno/a ragiona più sul ricorso all’aborto come mezzo di contraccezione, soprattutto pensando a pratiche di paesi come cina e india.
    che mancano al’appello 200.000 bambine.
    che la replica meglio argomentata alla sua posizione è stata quella della gramaglia; lei gli ha fatto notare che le cose non si conoscono solo perché si legge tanto, perché sono sempre più complesse nella realtà.
    io dico che chi non è una donna dovrebbe avere sull’argomento diritto di parola solo parziale.
    io dico che chi non è omosessuale dovrebbe avere sull’argomento diritto di parola solo parziale.

  3. tato Says:

    ?????
    Mi sfugge il significato dell’ultima frase

  4. antigone Says:

    io dico che chi non è una donna dovrebbe avere sull’argomento (aborto) diritto di parola solo parziale.
    io dico che chi non è omosessuale dovrebbe avere sull’argomento (diritti dei gay) diritto di parola solo parziale.

  5. Gonzalo Says:

    Per quel che vale, mi dispiacerebbe molto se chiudesse il blog. E’ uno dei pochissimi che leggo con vero interesse e piacere.

  6. tato Says:

    no, la nostra parola, quella di chiunque, vale come quella di chiunque altro e un diritto di parola parziale non esiste, o c’è ed è completo, o non c’è!
    abbiamo forse paura di non avere motivazioni valide?

  7. l'amica laica (di sempre) Says:

    non chiudere, anche se è faticoso (a volte)


  8. Sono contento che tu abbia deciso di non chiudere il blog: egoisticamente mi sarebbe spiaciuto non avere la mia informazione preferita giornaliera. E meno egoisticamente spero sia stato solo un momento di stanchezza. Anch’io ero tentato di chiudere il blog con la fine dell’anno ma poi ho cambiato idea. Succedono troppe cose e purtroppo le voci che ci vogliono spiegare come funziona questo pazzo mondo anche se sono molte, spesso provengono tutte dalla stessa parte: un coro deve avere anche il suo bel controcanto, dico io! 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: