Album di famiglia

dicembre 13, 2007

Racconti, con gente che non vedi da 30 anni, cose che appartengono ad epoche in cui non c’erano neanche le fotocopie, e i gay si chiamavano froci. E di quel giorno, che avevano appena ucciso Pasolini, e nel Grande Partito di sinistra un dirigente disse a un gruppo di giovani indignati: “Non fate casino, è una storia di froci. Non un omicidio politico”.

Me lo rievocavano stasera, e hanno aggiunto: “Lui era cattocomunista”, intendendo il dirigente. Me l’ero dimenticato. I conti tornano.

Annunci

14 Risposte to “Album di famiglia”

  1. Principino Says:

    E chi sarebbe questo “grande” dirigente?

  2. leny Says:

    Chi è? Ce lo dici? Anche se ho un sospetto…

  3. trimanda Says:

    No, non ve lo dico. Perché non è più in vita e perché non è importante

  4. tato Says:

    a me la beatificazione di pasolini è sempre stata sul cazzo, in fondo era un borghese cattocomunista e anadava a marchette, che è come dire che sfruttava il proòetariato di cui poi si riempiva la bocca dalle pagine del corriere, giornale allora notoriamente proletario.
    Ovvio che questo non significa affatto non essere dispiaciuti per la sua fine, ma basta, per favore!

  5. Des Says:

    La vita privata di Pasolini non intacca minimamente la sua grandezza, anzi la esalta ancora di più se possibile perchè era uomo, esattamente come noi, con le sue contraddizioni ed i suoi smisurati talenti. Piuttosto è l’uso strumentale di lui e di tutti i grandi che va censurato: i grandi appartengono a tutti, all’umanità. Il tentativo di sminuirli, di svilirli può reggere per poco ed ora l’ex PCI, coi suoi dirigenti d’allora, puri o catto, appaiono per quello che erano veramente. Purtroppo c’è troppo facciatollismo, ora come allora, e si finge assoluta indifferenza per gli errori come se fossero sempre commessi da altri. Il guaio è che noi cittadini non ci scandalizziamo nemmeno più.

  6. tato Says:

    se questo significa che è giustificata qualsiasi incoerenza tra vita privata e posizioni pubbliche, beh, ognuno la può pensare come crede; quanto alla “grandezza” di pasolini, credimi, al di fuori delle acque stagnanti e misere della cultura italiana (italiota?) pochi la colgono e comunque la storia ci penserà lei a fare giustizia delle grandezze così facilmente attribuite, in soldoni: tra cent’anni chi leggerà ancora pasolini, moravia, morante, la sacra trimurti letteraria italiana?
    già adesso non li legge nessuno, credo…..

  7. trimanda Says:

    Tato, perdonami, ti lascio, come lascio a chiunque , le tue convinzioni su Pasolini, che non condivido.

    Ma su un punto devo smentirirti: se c’è un intellettuale italiano del dopo guerra noto nel mondo anglosassone e ispanico, in Germania e nei paesei scandinavi, soprattutto fra chi si occupa di cinema, questo è Pier Paolo Pasolini.

    In quanto poi al rapporto di Pasolini con la politica e col Pci fu un rapporto anche d’amore: Pasolini, espulso nei primi anni subito dopo la guerra “per indegnità morale e politica” (omosessualità), rientrò, criticò, amò quel partito.

    Mi rendo conto che sono cose e linguaggi oggi poco comprensibili: me sono esistite e non si capiscono nella fretta di un commento.

  8. antigone Says:

    e comunque, tato, sarebbe un vero peccato se tra cent’anni non si leggesse la morante … non sapete cosa vi perdete, ragazzi

  9. tato Says:

    O.T.: ma perchè la tua pagina è così lenta da caricare??

  10. trimanda Says:

    lenta?
    non lo so, credo dipenda da wordpress, non so spiegarmelo

  11. trimanda Says:

    sui tacchi mi muovo male, in effetti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: