Tatuatori di anime

novembre 29, 2007

Non picchiano senza una ragione.  Hanno bisogno di motivare. “Gay”  hanno scritto sulla schiena, col pennarello. A prima vista, una misura di odio, l’insulto che si accompagna al colpo. E invece è una motivazione, e una richiesta di alleanza: non abbiamo pestato uno qualunque, abbiamo dato quello che si meritava a un frocio. Gli sembra un motivo sufficiente. Troveranno orecchie che intendono (intanto un’anima resta tatuata per sempre dalla violenza, ma che fa?)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: