Archive for ottobre, 2007

Clockwork

ottobre 30, 2007

Le notizie si combinano: che un tuo coetaneo ha il cancro (sei andato a visitarlo, all’80% è spacciato) e che ti sei deciso a comprar casa, per la quale non hai tutti i soldi che servono. Indebitarsi, scommessa su un futuro che non si possiede, può anche apparire come una botta di ottimismo giovanile, credere in un pezzo di vita non garantito, come investire denaro non ancora guadagnato (un pretesto brillante: lo lascerò ai figli).

Ma è solo un’altra decisione impaziente, con la quale prendi alla sprovvista la complessità: ti metti di fronte al fatto compiuto, che è più semplice e leggero, invece di restare a pensarci e comportarti secondo saggezza da homo oeconomicus (homo?),  sopportando il peso emotivo delle opzioni aperte. Hai sempre giocato a carte senza conoscere le regole, continui a farlo.

Il punto sarebbe pensare: per quanti anni ancora avrò bisogno di una casa? Dieci, quindici? Il mio amico, dieci giorni prima della diagnosi, programmava trasferimenti a New York per passare “tutto quello che resta a scopare” (ha successo con le donne, e New York è propizia per il suo campo d’attività).

Ora telefona e chiede, senza dirlo, che gli si faccia visita. L’affitto non è razionale, ma coerente con la mia condizione.

Annunci

Su aNobii gruppi nascono

ottobre 28, 2007

Potenza del web 2.0. Psiko apre su aNobii il gruppo di discussione sui libri più significativi di letteratura omosessuale dalla parte dei ragazzi. E la sua amica un po’ lesbica apre il gruppo che parla della letteratura omosessuale dalla parte delle ragazze. Titoli molto self explaining: Froci e Lelle.
Ovviamente so’ cose da ragazzi

Casa per casa

ottobre 27, 2007

I radicali denunciano le reticenze del ministero dell’interno nel registrare le unioni contratte all’estero da cittadini italiani dello stesso sesso.  La cura che si mette nel chiudere ogni varco rivela grande acume giuridico. Combattono casa per casa. Si arrenderanno.

Ospedale per eterosani

ottobre 26, 2007

Non hanno mollato la presa. La Cei distribuisce la lettera di un parroco contro Halloween, festa accusata di “pedofilia virtuale”. E questa viene dopo la condanna di Harry Potter. Pretendono il monopolio anche del magico, e non potendone più bruciare i praticanti, scagliano anatemi.

Ma il meglio lo dà sempre Milano, anzi in questo caso la Lombardia. Assistenza sanitaria sì, ma solo per chi conduce una “vita sessuale sana”. Ma qualcuno dei nostri movimenti ufficiali quando comincerà a prendere carta bollata, magari diretta anche a Bruxelles, per rompere quest’offensiva senza respiro?

Parlare con le istituzioni, non si deve, non si può?

ottobre 25, 2007

Un po’ di paranoia aiuta: qualcuno sta tentando da giorni di ottenere la mia password di Google. Il tentativo finora è maldestro, al punto che perfino io lo scopro, ma c’è stato. E ora compare uno che nei commenti dice di avere 15 anni: non ho cancellato il commento ma se veramente ha 15 anni lo invito a leggersi le avvertenze qui segnalate a lato. E veniamo a noi.

Daniela, che ci linka sul suo blog Decidiamo Insieme, ha postato la notizia di una associazione di persone transessuali che comincia a interloquire con le istituzioni della Campania, proprio mentre il clima politico e umano spinge la politica sulla sessualità nel baule delle cose perdute, spingendosi a chiedere politiche non discriminatorie per l’assunzione al lavoro e quote apposite.  L’iniziativa ovviamente non è delle associazioni storiche di quest’area, ma di un gruppo di persone nato per conto suo. Peccato che i commenti al post siano francamente, con le dovute eccezioni, disgustosi, e sì che sono quasi tutti del partito democratico.

Poi ci sarebbe tutto l’affaire toscano. Qui il manifesto, accolto dalla destra con un delirio che parla di “eugenetica omosessuale”, segno che esponenti politici, invece di approfondire il senso dei pezzi del Foglio, si limitano a frullarne le parole a casaccio, manco fossero schegge di un’esplosione (mentale).

Come negli anni ’70, quando il preside ti dava uno schiaffo e si faceva un’assemblea sull’imperialismo americano. Il succo comunque è sempre lo stesso: la destra lo fa con la rissa, la sinistra con la rimozione, ciò che importa è che il terreno dei diritti non venga nemmeno posto, che il dialogo non ci sia. Perché se c’è, metà del riconoscimento è già cosa fatta. E’ ammesso il problema (infatti non mancano quelli che dicono: in Italia semmai c’è la discriminazione contro gli eterosessuali”).

E bravo Martini, almeno lui l’applauso se lo merita.

Incasiné

ottobre 23, 2007

Trimanda è incasinata. Qualche ora di pazienza

Scontrino non fiscale

ottobre 21, 2007

“Due caffè macchiati per i ricchioni”, ovvero storia di lapsus e “comune” insulto. Bella storia da leggere

Via Ivan

No Stenico, no post

ottobre 19, 2007

Sarò cieco ma nel sommario del numero di Panorama in edicola, io di pezzi su monsignor Stenico non ne vedo. Eppure gaynews si diceva certa….

Se qualcuno puà correggermi…

Pentimenti

ottobre 19, 2007

A grande richiesta si torna al vecchio template. Il nuovo però mi ha fatto scoprire un errore grave di WordPress, versione italiana. Che le categoria sono indicate come tag e i tag come categorie. Glielo segnalo, hai visto mai che lo correggano.

Non è mai troppo tardi?

ottobre 18, 2007

Mike Soper, vecchio professore di Oxford, ci ha messo un po’ di tempo a venir fuori dall’armadio. Ma una volta fatto coming out si è sbrigato a scrivere The Heart Entrapped, il cuore in trappola o forse “prigioniero”.

Una cosa è certa, io vado su Amazon a campeggiare fino a che non trovo sto racconto.

Ah il professore si è dichiarato a 91 anni e ora, a 93, ha pubblicato.

L’articolo