Potere di parola (ancora sul pride)

giugno 19, 2007

La foto, le foto… uno mi ha chiesto se anche i fotoreporter vengono da Marte. Se sei fotoreporter è più difficile, perché ci sono facce che parlano meno e altre che parlano di più, non sono i tuoi modelli. Ho chiesto pure al mio amico Maxorso perché nella sua galleria su Flickr non aveva messo foto di facce dei manifestanti. Mi fa: “E se poi la gente s’incazza?”. Giusta preoccupazione…ma lui non è fotoreporter. Ma se sei uno che scrive, beh se sei uno che scrive è diverso.

Se sei uno che scrive – e pur concedendo che non scrivi nel tuo diario personale e qualcosa il contesto ti obbliga a fare, anzi molto – se sei uno che scrive puoi fare un lavoro diverso. Puoi parlare con la gente e farla parlare, puoi scavare con la curiosità dentro le storie di vita, scoprire cose che non si supponeva esistessero (come le lesbiche con tre figli nati da inseminazione artificiale, e dico dopo quello, gliela vuoi fare la domanda: e come vi gestite la vita familiare? Niente). Insomma puoi fare un’indagine.

Niente. Culi al vento e turbanti spartani. Certo se poi i culi al vento sparissero, sarebbe meglio. Perché qui è il diritto a portarselo dietro nella vita il culo, non quello ad esibirlo una volta l’anno, ciò di cui si discute, no?

Annunci

2 Risposte to “Potere di parola (ancora sul pride)”

  1. gioco_ciccio Says:

    Le foto del pride, quello vero, sono su http://www.fotopride.net/ e su http://www.gay.tv. gli altri si sono fatti distrarre da tetteeculi dei travestiti.

  2. Gatto Nero Says:

    Alla fine è pura questione di volontà.
    Ho visto – su Youtube – anche i servizi televisivi preparati, e il taglio che si voleva dare era talmente evidente da essere sfacciato.
    Non so, m’è sembrato molto un tentativo di “zittire” il tutto, tant’è che già oggi non se ne parla quasi più.
    Eppure non era così difficile cercare di dare un taglio diverso al pezzo. E poi, come dicevo, il giornalismo è racconto, non invenzione né distorsione.
    Almeno dal mio punto di vista.
    Anche io nel mio piccolo c’ho provato. Con una incompetenza che ovviamente giornalisti più navigati non hanno. Link qui.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: