I giornalisti vengono da Marte? (gay pride)

giugno 17, 2007

Ho comprato 10 quotidiani stamattina. E sono stato a lungo a leggermi tutte le coperture del gay pride.

Non so voi, ma io, se quello raccontato qui è il gay pride al quale ho partecipato io, allora ero su Marte. O lo erano loro, quelli che l’hanno raccontato.

Signori della dirigenza gay, li eliminiamo i carri l’anno prossimo, sì? Così togliamo il prosciutto dagli occhi dei media?

E quello del Messaggero che chiede a Fioroni: “E’ stato un anti family day?”. A’ bello, il gay pride c’è da dieci anni e il family day è arrivato un mese fa. Sono loro che erano anti gay, non viceversa.

Ma è inutile, ci vorrebbero sette schermate per dire di tutte le sconcezze e le disonestà intellettuali che c’erano in quei pezzi.

Avvilente

Annunci

7 Risposte to “I giornalisti vengono da Marte? (gay pride)”

  1. leny Says:

    erano loro a stare su marte, come lo sono da secoli…
    Che giornata ieri!!!
    Una scossa elettrica…

  2. Tony Says:

    Riusciranno a manipolare la realtà a tal punto da farci ricordare il Pride come il giorno degli insulti al Papa.
    Bastardi, li odio.

    Complimenti per il blog, ho aggiunto il feed rss!
    ciao!

  3. rikkardino Says:

    E ne ho letti parecchio, ma questo pensa sia uno tra i più efficaci commenti sulla rassegan stampa sul Gay Pride!

  4. salpetti Says:

    “I ministri dovrebbero varare provvedimenti per le famiglie, non partecipare alle carnevalate“, ha detto Maurizio Gasparri a proposito del Gay Pride, dimenticando forse che in una democraia liberale ogni manifestazione dovrebbe avere pari dignità, anche quelle pù goliardiche e pittoresce. In Italia dovremmo essere contenti che si possano fare le “carnevalate”, perchè in molte altre parti del Mondo, la libertà a manifestare a espimere il proprio pensiero non è praticamente riconosciuta. Un caso rilevante è la Russia di Putin, dove non solo è stato impedito di fare il Gay Pride (cosa che limita la libertà di parola in qualunque modo la si pensi sui Gay e sula loro manifestazione), ma da quando Putin è al potere sono più di 20 i giornalisti morti in Russia, come denuncia Reporters sans frontierès. Allora comunque la si pensi, in Italia dovemmo essere felici che si possano fare le “carnevalate”!!! 😉

    salpetti.wordpress.com

  5. Gatto Nero Says:

    ilpensatore: sono della idea che i fotoreporter italiani siano incompetenti.
    Non hanno la minima idea di cosa sia il giornalismo e di conseguenza il fotogiornalismo, evidentemente.
    Il giornalismo è racconto, descrizione.
    Idem il fotogiornalismo.
    Invece i fotoreporter italiani paiono essere andati solo alla ricerca dello scatto facile e d’effetto.
    Ma perché le testate giornalistiche non li licenziano?

  6. Oscaruzzo Says:

    Vero, tristezza. Pensavo quasi di essere l’unico a pensarlo… (vedi qui).

    Bel blog, comunque 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: