Franco, il partito no

aprile 28, 2007

Allora, stamattina il Riformista (qui su Gay News) scrive che Franco Grillini se ne va dai Ds, dopo che Fassino non ha risposto a nessuna delle domande (cosa farai su…?) che lui gli aveva rivolto al congresso – diritti gay, legge antidiscriminazione, droghe, eutanasia, legge 40.

Franco Grillini ha ragione, anche quando denuncia la strategia del timing: è stato fatto intervenire al congresso di Firenze alle 3 di pomeriggio, quando i delegati facevano il kilo, segno del grande valore che la leadership del partito attribuisce alla battaglia per i diritti gay.

Ma ha ragione soprattutto quando sottolinea che la debolezza del PD sui diritti non è tattica: è una debolezza costitutiva del partito democratico, la sua più grande e visibile contraddizione con il “pantheon” (Kennedy, Martin Luther King….) e con ciò che un partito “democratico” dovrebbe essere.

Quella che però non capisco è la mossa conseguente che Franco sceglie di fare.

Esce dal partito, e ok. Dialoga con Mussi e posso capirlo. Ma sperare in una “Bad Godesberg” di Bertinotti, cioè in una svolta nel senso della socialdemocrazia e non del’estremismo, mi pare una pia illusione.

Soprattutto però non capisco il partito con Cecchi Paone. Dove il mio dubbio non è sulle parole “Cecchi Paone” (va benissimo): è sulla parola “partito”. Partito, un altro?

Ma un’associazione trasversale per i diritti di tutti i gay e non dei gay di sinistra, come ormai l’arci gay è, no? Un’associazione forte, aperta a tutti, che agisca come la task force dei diritti e facendo l’agenda di giunte e governi? Fuori dalla sinistra, e fuori dalla destra. Altrimenti, quando lo schieramento di riferimento è all’opposizione conti come il due di picche? Essere per il diritto e basta.

Partito, Franco? E’  la strada della sclerosi politica, sciolta solo un po’ dai soldi degli stipendi parlamentari.

Annunci

Una Risposta to “Franco, il partito no”

  1. l'amica di un tempo Says:

    mi pare che tu abbia ragione. su Grillini, e anche sulle diverse (dai partiti) possibilità per il movimento lgbt

    Anche se, forse, c’è una questione più ampia, anche dietro la eventuale scelta partitica di Grillini.
    Legata al fatto che (mi pare) si sta aprendo un periodo durissimo per tutti quelli che pensano che si possa fare politica anche fuori dai partiti.

    Perchè tutta la discussione degli anni 90, sul ruolo dei movimenti, delle associazioni “one issue oriented” e simili, che avrebbero affiancato una politica-politica riformata dal maggioritario tendenzialmente uninominale (che obbligava a tapparsi il naso, a chiudere con le appartenenze e a scegliere il meno lontano o anche nulla) sta andando definitivamente a farsi friggere. (e cmq in questi anni il doppio binario: voto il meno peggio e mi rappresento da me, con cose come la cittadinanza attiva o altro, non ha funzionato mai)

    La frittura sarà resa più fragrante dal partitone democratico (che sembra volersi mangiare tutto e che potrebbe assorbire perfino Follini, dopo la Binetti), dalla costruzione di una qualche “cosa” da parte di “forze”, gruppi e singoli che si mettono più a sinistra del pd, i quali (per cultura ma anche per triviali ragioni di finanziamento) non riescono a pensare se non in termini di partiti, e anche alle leggi elettorali di cui si blatera (visto che anche quella che verrebbe fuori dal referendum premia cmq i partiti, sempre loro).

    Dopo di che, a me piace quell’altra roba. Però forse sarò condannata a una nicchia, con pochissima voce (ma tanto, ormai mi ci sono abituata)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: