Noi, gli scomunicati da Lucia Talebana

marzo 27, 2007

Allora, c’è una signora che ha un’immagine molto di sinistra che vuole andare al Family Day che, con tutto il rispetto, è una manifestazione clericale che parla di famiglia ma ha un solo obiettivo: bloccare ora e per sempre qualsiasi riconosicmento di diritti alle persone omosessuali.

Punto. E questo e’ il suo articolo

La signora lo fa con due argomenti fondamentali: che l’Italia fonda sulla famiglia, che quindi riconoscere diritti ai gay significa fare una battaglia identitaria, facendo la quale la sinistra sceglierebbe la sua identità antifamiglia a favore di una fedeltà ai diritti. E lancia il suo anatema: l’estremismo omosessuale va abbandonato.

Come dire, la buona Lucia,fedele al suo nome, decide di vedere solo la luce e non l’ombra (come avrebbe detto il cristiano Jung) delle persone e delle idee di cui parla. Mi permetto di riproporrre le ombre che Lucia ignora.

1) Innanzitutto la moralità operaia (e comunista) cui fa appello, è la stessa che imponeva un moralismo bigotto, ugualmente cattolico e stalinista, alla cui “ombra” si sono consumati crimini feroci di moralismo assassino. Lucia ha frequentato i comunisti napoletani: le ricorda qualcosa il nome di Salvatore Cacciapuoti, dirigente stalinista del Pci, e della persecuzione ai danni dell’intellettuale e donna libera Francesca Spada, in nome qui e subito della morale (la Spada finì suicida)? E per parlar di cose che tutti conoscono: l’espulsione di Pasolini dal Pci? Quella era una morale assassina e totalitaria, anti femminile e omofoba. Oggi una femminista la invoca, con la durezza e l’intransigenza degli anni del femminismo e dei dogmi di allora.

Del resto come non ricordare la durezza dei comunisti nel 74 e poi negli anni dell’aborto, quando i diritti della donna erano una pretesa piccolo borghese, che la struttura veniva prima e soprattuto che non si doveva “spaccare” il paese.

2) Quella moralità, negli anni del consumismo si è diluita, sì: ma se invece di rappresentarcela come soluzione di ogni male, Lucia prendesse in considerazione le centinaia di ragazzi gay che vivono a Roma profughi dalle loro famiglie meridionali? Le cose non sono come appaiono nelle semplificazioni sociologiche. Legga Ceronetti, Lucia, è uscito sulla Stampa.

3) Mettere da parte i diritti per salvare il governo? E dove va poi una sinistra, ma dove va un paese, che in nome di qualche mese in più di governo, vende l’anima dei diritti? E per caso, così visto che siamo esperti di tattiche e strategie, non sarà questo un segnale di trionfo per una Chiesa neo integralista e talebana?

4) Ma le semplificazioni aiutano i segnali politici: sta nascendo il partito democratico. Nel partito democratico al centro di ogni pensiero e ogni azione c’è la famiglia o l’individuo? Se la risposta è la famiglia, non è Lucia ma la sinistra italiana a giocarsi diciamo un sessanta settanta anni di lotte e di letteratura, di idee e di sofferenze. Oltre a chiedere il voto per una “democrazia” che a questo punto comprenderebbe niente diritti per noi, un po’ di censura per gli utenti internet (Fioroni) e un tantinello anche per i giornali (Pizzetti)?

E se questa etica talebana vince, scusate, ma la differenza tra voi e la destra, dov’è?

Annunci

3 Risposte to “Noi, gli scomunicati da Lucia Talebana”

  1. Mark Says:

    Uno vorrebbe dire “sante parole”, se non che “sante” ha ormai un vago retrogusto di merda.

  2. Principino Says:

    Ma quando nel film della Guzzanti, intervistata dalla stessa, la chiamava “Sabbrina” invece di “Sabina”? ‘na poraccia ignorante.

  3. Maurs Says:

    Per riderci sopra, anche se non c’è niente da ridere, guardate questa vignetta:
    http://www.sinistragiovanile.it/content/view/36/1/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: