Lei era Sua, noi no

marzo 16, 2007

G. che ha poco più di 30 anni, mi chiede: “Ma ai tempi dell’aborto e del divorzio, perché fu così semplice arrivare alla legge?”.

Non fu semplice, ci vollero, dal momento in cui si cominciò a chiedere una legge, qualche lustro, ma c’era – gli racconto: ha praticamente l’età di uno dei miei figli – il movimento delle donne.

E mi imbarco nel tentativo di far capire a uno che non c’era, cosa fu il movimento delle donne, o perlomeno cos’era quell’Italia in cui ci fu il movimento delle donne (alla prima domanda non so rispondere adesso come allora).

Uso la tecnica di dire com’erano prima alcune cose, com’erano dopo. Ma è difficile. Mi fa sì con la testa ma non credo, io, di aver reso quello che volevo dire. Chissà qui qualche amica di quei tempi c’è, forse potrebbe spiegarglielo meglio di me.

Sono i ricordi di com’era allora che mi fanno pensare a una battaglia ancora molto lunga per i diritti gay: a me Grillini sembra uno di quelle dirigenti del Pci che facevano la “commissione femminile”. Furono travolte dal movimento.

Annunci

4 Risposte to “Lei era Sua, noi no”

  1. antigone Says:

    per ora comincerei con questa:
    “Il femminismo è l’unica rivoluzione che ha vinto senza mai sparare un colpo”.
    Il che già mi pare molto.

  2. un'amica di quei tempi Says:

    Grillini non saprei, ma cominciamo a dire che la commissione femminile era un posto molto “politico”.
    per lo più fatta da certe signore molto austere e ragionevoli, che ti spiegavano perchè e percome non era possibile chiedere quello, che questa storia dell’aborto e dell’utero è mio (diciamo la verità) è una richiesta da borghesi radical-chic, perchè le donne normali hanno altre priorità. e poi in italia ci sono un sacco di cattolici, e quindi il punto vero è che prima di tutto bisogna evitare che le donne arrivino ad abortire, e fare più consultori, e poi si deve ragionare con tutti: il padre del nascituro, e il medico, eccetera eccetera.

    e intanto tu, che non avevi mai sopportato “quelle dell’Udi” (le donne delle battaglie per l’emancipazione) e che evitavi come la peste la commissione femminile e insitevi a occuparti di studenti, giovani disoccupati o qualunque altra cosa tranne che le “donne”, cominciavi per le necessità della tua vita a usare strani posti dove c’erano ginecologhe donne (e radicali), e ci andavi con tua sorella o con una tua amica, e scoprivi che si poteva guardare mentre lei veniva visitata, e poi lei guardava te.

    e poi – con altre dieci più o meno come te – cominciavi ad andare, di giovedì sera, a casa di una, a parlare del “personale” e a pretendere che era “politico”. E venivano fuori un bel po’ di fatti tuoi, e di pianti anche.
    e di scazzi con tutti i compagni-fidanzati-mariti – che anche loro facevano politica e non capivano perchè cazzo il giovedì dovevano restare per i fatti loro, in un altra casa, o in pub, ad aspettare, e non potevano venire nemmeno nell’ultima mezz’ora.

    e poi iniziavano e esserci le manifestazioni di sole donne, belle (di nuovo), non necessariamente austere, con le gonne…

    e poi … a un certo punto le commissioni femminili venivano travolte, e si riusciva a fare un legge sull’aborto dove in sostanza decidono le donne.

    però effettivamente è difficile spiegare com’era.

  3. ciccio Says:

    a parte la chiusa morettiana, che ne pensate del ragionamento di Scalfarotto su Grillini impossibile leader di una vera lobby http://www.ivanscalfarotto.info/b2evolution/blogs/index.php?
    blog=2&title=non_andremo_da_nessuna_parte&more=1&c=1&tb=1&pb=1
    (senza a capo, ovviamente)

  4. trimanda Says:

    Grande, l’amica di una volta. Perché l’atteggiamento del “non si può spaccare il paese perché ci sono i cattolici” è pari pari quello che dicono i DS di oggi sui Gay (al netto della senatrice Serafini, che è un nemico).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: