Quell’imbecille senza età

gennaio 18, 2007

Me lo ricordo bene. Rompemmo per una questione di discoteche e di notti di ballo. E davanti a una fetta di torta alle mele mi ripete la sua tesi: “Avresti dovuto venirci, era pieno di P*eter P*a*n.

A me non piace ballare, per un mio limite, e trovo che la discoteca a tutti i costi, ogni sabato che dio manda in terra, diventi un luogo di perdizione mentale per i gay, ma insomma, ho sempre dato per possibile di potermi sbagliare e di ragionare come la volpe con l’uva.

Chiedo a lui: e che sarebbe un P* P*?

Un maturo che però frequenta le discoteche, è la risposta.

Un giorno lo scriverò un saggetto, contro quell’imbecille di PP, “assunto di base” della mente per molte froce da disco (e a parte questo: perché dovrei andare a rendermi ridicolo, con i miei capelli bianchi in mezzo ai ragazzini?)

Warning – Il nome del personaggio favolistico PP è stato volutamente scritto in modo sbagliato, per evitare che un pubblico giovanile, usando i motori di ricerca, finisca su questo blog.

Annunci

Una Risposta to “Quell’imbecille senza età”

  1. cristina Says:

    sei la solita meravigliosa persona
    ti voglio bene


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: