Le mie ciabatte (auguri)

gennaio 6, 2007

Ieri era il tuo compleanno. L’ho ricordato a un’amica comune. Insieme abbiamo pensato che ormai sei grandicello, 39 anni. Quando ci incontrammo ne avevi 24 (ma erano 15 in meno anche per me, e che cavolo…) e ci siamo divisi pochi metri quadrati per 11 anni. Ricordarlo a lei, di farti gli auguri, è stato come se te li avessi fatti io. Continuo a vedere questa storia come una vicenda in cui io ti ho dato una vita e tu l’hai messa in un cestino come carta straccia. Tu forse di me pensi lo stesso. E’ in questa simmetria dell’odio che si è persa per sempre la chiave che metteva in contatto le nostre vite. Un nuovo incontro mi ha detto qualche giorno fa: “E’ come se tu non avessi la forza di amare ancora, dici di credere nella monogamia, nella coppia, nelle relazioni a due, ma non fai che ciabattare attorno a un ricordo”. Non mi avevano mai fatto un ritratto così preciso. Le mie ciabatte le tengo qui vicino mentre scrivo.

Annunci

Una Risposta to “Le mie ciabatte (auguri)”

  1. cristina Says:

    Come al solito…pura poesia.
    Musica per le mie orecchie…un’espressione che mio papà usava spesso quando ero piccolina.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: