Ma che casino che ha in testa il giovane gay

dicembre 15, 2006

Poi mi dite che sono pessimista. Ma guardate qua. AB mi manda un estratto da una discussione sostenuta da lui (lo “io” delle righe sotto) in un forum di giovani gay . E’ un po’ lungo, faccio girare la pagina, ma vale la pena. E’, come dire?, materiale vivo, non teoria…

*****

—io scrivo.

—————————————————————–

[L]a democraticità di una legge è quantificabile. E io penso che su argomenti su cui c’è discussione – dall’eutanasia all’aborto, dal divorzio alla fecondazione assistita – la legge più democratica è quella che permette ad ognuno di agire come crede.


Emanuele Severino.

———————————————————————–

 

—mi si replica

 

————————————–——————————-

Io non credo in uno stato dove ognuno può far ciò che vuole, senza un minimo di legge e regolamentazione, la differenza sta proprio tra fare ciò che piace, e ciò che è giusto.


Per questo il concetto di laicità è buono entro centri termini.

Non dico che bisogna dipendere da un regime, ma quanto meno credo che etica e laicità dovrebbero andare di pari passo.


Uno stato democratico, con uomini con scarse qualità morali porta alla distruzione.


Non dico di dipendere dal Vaticano, ma quanto meno trovare un buon compromesso tra ciò che è giusto per il singolo cittadino e ciò che è giusto per tutti, possibilmente senza che questi due diritti cozzino l’uno contro l’altro.


Non so se mi sono spiegato.


Per quanto riguarda il divorzio sono daccordo, per l’eutanasia nonostante la durezza, sto pensando che forse è un diritto morire, purchè sia la persona stessa a farlo, senza implicare l’aiuto di nessuno, per quanto riguarda l’aborto.. non mi sembra un gran successo la legge sull’aborto, no sono decisamente contrario. Per quanto riguarda droghe leggere contrarissimo.

————————————————————–

 

—Controreplico

 

————————————————————–

 

Io citavo Severino. E Severino non parla di laicità. Parla di democraticità.


Tu invece ti sei spiegato molto bene. Quello che non dici (o non sai) è che nello Stato Etico di cui ti fai portavoce non c’è posto per le devianze. Dunque non c’è posto per me. O per te.


Auguri.


————————————————————–

 

—- contro contro replica

 

————————————————————–

 

Mi referisco ad uno stato che faccia Etica, non che faccia etica cattolica.


Se nella mente della gente l’omosessualità non è considerata più devianza, rientrebbe come normale orientamento sessuale.


Non viene riconosciuto il diritto di coppia, ma non mi pare che nessuno ti uccida se esci per strada con un ragazzo.


L’accusa che faccio al Vaticano è di aver deviato dal ruolo di guida etica, ruolo che dovrebbe essere rivalutato non eliminato con uno stato laico( o se preferisci laicista).


E’ un po’ difficile da spiegarti, ma il Vaticano non da soltanto un etica, fa dell’etica un arma politica e di potere.


Quindi l’etica di per se non è sbagliata, è l’uso che qualcuno che ne fa che lo è.


Mi sono spiegato troppo difficile?


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: