Da Braibanti al boxer di Calvin Klein

novembre 24, 2006

Hanno concesso il vitalizio ad Aldo Braibanti. Ne parlano i giornali on line. Ne parlano i giornali in edicola oggi, e io non mi sento più acuto di tanti che ricostruiscono quella storia. Trovo in rete la sentenza, qui, con la quale la cassazione, nel 1981, dichiarò illegittimo il reato di plagio, figura che oggi qualcuno vorrebbe introdurre di nuovo nel nostro ordinamento. Pochi citano il saggio di Umberto Eco, Sotto il Nome di Plagio (una lettura che si dovrebbe fare a 14 anni, gay o straight che si sia), o quelli che ricorderanno una battaglia che all’inizio fu solo dei radicali.

Io ero bambino o poco più. Ricordo il piacere degli adulti perché quel frocio veniva processato, finalmente. E per alcuni era frocio e “comunista”, anche se i comunisti non lo difesero mai apertamente. E il disgusto perché era “vecchio” e aveva “corrotto la gioventù”. E poi il saggio di Eco, dove per noi che eravamo troppo piccoli e troppo piallati mentalmente per capirlo, fu chiaro che ciò che andò a processo allora, più di 40 anni fa, fu l’omosessualità fra “non pari”, l’amore fra un ragazzo, anche se maggiorenne, e un uomo ben più anziano. E l’elettroshock usato per “deprogrammare” il ragazzo, decine e decine di elettroshock, per fargli dire che c’erano state influenze particolarmente maligne, esercitate per fargli fare l’amore. E da allora continuo a chiedermelo: perché, per poter perseguire l’omosessualità, hanno bisogno di cambiarle di nome? In fin dei conti comincio’ tutto allora. Braibanti fu la nostra Stonewall, anche se lui non volle mai sentir parlare di movimento gay. E lo credo: tra la frocia col boxerino Calvin Klein (che magari si autodichiara cattolica) e lui, processato, perseguitato e infamato perché frocio e perché più anziano dei suoi partner ventenni , c’è qualche anno luce di silenzio e cultura, la sua cultura, e l’ignoranza ebete di questi qui.

Annunci

Una Risposta to “Da Braibanti al boxer di Calvin Klein”

  1. Alex Bruni Says:

    Hai ragione da vendere. I ragazzi gay di oggi sono tristemente appiattiti sulle mutande di Calvin Klein…dovrebbero leggere un po’ di più.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: